Biblioteca Germinal

La Biblioteca Germinal del Centro studi movimenti è specializzata in saggistica umanistica: essa conta circa 30.000 volumi di storia, sociologia, filosofica politica e antropologia.

La sua sezione più importante è quella inerente la storia di movimenti e partiti politici degli anni Sessanta e Settanta: corposo, infatti, è il materiale a stampa prodotto dalle organizzazioni della nuova sinistra e da gruppi di intellettuali impegnati nelle mobilitazioni democratiche e sindacali.

Così come numerosi sono i volumi pubblicati da editori legati ai movimenti antisistemici come Alfani, Bertani, Edizioni Oriente, Feltrinelli, Mazzotta, Samonà e Savelli, Sapere, Squilibri, Stampa Alternativa e ‒ più tardi ‒ Bfs, Costa&Nolan, DeriveApprodi, Manifestolibri, Odradek, Punto rosso e altre ancora.

Inoltre sono presenti oltre 1.600 testate di periodici e riviste, sia cessate che correnti.

La sala studio è aperta al pubblico:
lunedì e mercoledì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00;
martedì e giovedì, dalle ore 9.00 alle ore 17.00.

La Biblioteca offre servizi di consultazione, cataloghi cartacei e online, consulenza e informazione bibliografiche.